Brunello di Montalcino “Oliveto P.56” Riserva o Selezione

Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Il nome “Oliveto P. 56”, dato al Brunello Selezione, deriva dalla particella catastale in cui si trova la nostra vigna più vecchia con viti di circa 25 anni di età e dal nome del vecchio podere fondato negli anni ’40. Da questa vigna posta a 350mt di altitudine, vengono selezionati solo i grappoli più piccoli e di migliore qualità, per produrre tramite un delicato processo in cantina, un vino complesso elegante e al tempo stesso strutturato e longevo, che rappresenta al massimo il livello qualitativo del nostro terroir.

La Riserva “P.56” viene prodotta solo nelle annate eccellenti dal punto di vista climatico e produttivo, tramite una selezione di meno del 10% delle uve migliori dei vigneti più vecchi. Nella produzione si segue la stessa filosofia applicata agli altri Brunelli, estendendo la durata di tutte le fasi ed aumentando l’uso di legno nuovo, per esaltare al massimo le potenzialità delle uve. Il risultato è un vino di grande eleganza,
struttura e longevità, che nel tempo esprimerà tutte le potenzialità di un grande terroir combinate con il clima perfetto delle annate in cui viene prodotto.

Abbinamenti

Abbinamenti ideali secondi piatti di carne rosse, cacciagione, grossa selvaggina da pelo. Ottimo anche con formaggi, tuberi, stufato di verdure e piatti orientali.

Tecnica di produzione

Vitigno: Sangiovese
Zona di produzione: Montalcino,Loc. Castelnuovo dell’Abate.
Colore: Rosso granato con riflessi tendenti al mattone.
Profumo: Al naso si presenta vigoroso e giovane con note di frutti rossi.
Balsamico e allo stesso tempo etereo.
Sapore: Asciutto, equilibrato in tutte le sue parti, pieno, carnoso, austero, vellutato, con ricordo di rovere dall’invecchiamento in botte
Vendemmia: Condotta in forma manuale dalla fine di settembre
Produzione: 6.000 – 8.000 bottiglie solo nelle annate eccellenti.

Temperatura di servizio: 18-20 °C

Vinificazione ed Affinamento

Vinificazione in acciaio a temperatura controllata e fermentazione con lieviti indigeni, lunga macerazione di sei settimane. Invecchiamento di tre anni in botti grandi (da 20 e 35 hl) di rovere di Slavonia.

Infine, il vino viene naturalmente chiarificato per decantazione in acciaio e lasciato riposare un minimo di 18 mesi in bottiglia prima dell’immissione in commercio.

Punteggi e Premi
James Suckling :
95 Points
Vinous :
92 Points
Tom Hyland :
96 Points
James Suckling :
91 Points
Vinous :
91 Points
Wine Enthusiast: :
90 Points
Falstaff :
92 Points
James Suckling :
94 Points
Wine Enthusiast :
93 Points
Jancis Robinson :
17/20 Points
IWC 2019 :
Silver
Decanter :
91 Points
James Suckling :
93 Points
Wine Advocate :
91 Points
Wine Enthusiast :
91 Point
Decanter :
90 Points
Veronelli :
93 Points
Wine Align :
94 Points
James Suckling :
97 Points
Jancis Robinson :
16,5/20 Points
Wine Advocate :
92 Points